Tecnocasa News

Spagna usato in lieve crescita

Categorie: Mercato Estero

Il 18 febbraio scorso si è tenuta a Barcellona la Conferenza Stampa sul mercato immobiliare spagnolo nel II semestre 2014, con i dati raccolti ed analizzati dall’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa Spagna e l’Università Pompeu Fabra (UPF) di Barcellona. Lo studio si realizza da più di dieci anni eper la prima volta comprende un nuovo report dedicato al mercato delle locazioni.

ANDAMENTO PREZZI

Il prezzo al metro quadrato raggiunge i 1.458 euro.

Nel secondo semestre del 2014 il prezzo di una tipologia usata aumenta dell’1,12%, questo incremento rappresenta il primo dato positivo degli ultimi 4 anni. Con un valore di 1.458 euro al mq il ribasso delle quotazioni, che ha caratterizzato il mercato spagnolo degli ultimi tempi, è giunto al termine per lasciare il posto ad una fase di stabilità.

Questo modesto aumento dei valori immobiliari arriva dopo una riduzione accumulata dal primo semestre del 2007 (del 58,21%). Sembra che il processo di assestamento si sia concluso e che il mercato rimarrà stabile per il prossimo futuro.

Siviglia è la città in cui si riscontra la maggiore diminuzione dei prezzi (-4,5%), mentre Barcellona è quella in cui si registra l’aumento più evidente (+5,84%). Il ribasso di Siviglia è dovuto al fatto che in Andalusia i prezzi sono cominciati a scendere un po’ più tardi.

Valencia si riconferma la metropoli in cui comprare casa costa meno (775 euro al mq), mentre la più cara rimane Barcellona, con punte di 2.011 euro al mq.

SEGMENTO LOCAZIONI *

Il canone di locazione resta stabile ma si abbassa leggermente nelle grandi città.

Invariati durante tutto il 2014 i canoni di locazione, con un lieve aumento a livello nazionale (0,47%), ma con una leggera diminuzione nelle due grandi città della penisola iberica (-1,57% a Madrid e -0,59%, a Barcellona).

Il report indica che il profilo del locatore, di nazionalità spagnola per il 96%, presenta una percentuale maggiore di sposati (70%) e pensionati (28%). Il profilo dell’affittuario, d’altro canto, è quello di una persona single, con un contratto di lavoro a tempo indeterminato, che ha tra i 25 e i 44 anni e che è, in linea di massima, di nazionalità spagnola.

Lázaro Cubero, dell’ Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa Spagna, ha sottolineato che “durante l’ultimo anno il valore dei canoni è sceso meno rispetto a quello dell’acquisto, per cui il rendimento che si può ottenere da un immobile acquistato per investimento oggi è più alta, in concreto un 7,41% annuo lordo complessivamente in Spagna”.

* La base di analisi del primo studio sulle locazioni spagnole, realizzato dal Gruppo Tecnocasa in collaborazione con l’Università Pompeu Fabra (UPF), è rappresentato dalle operazioni realizzate tramite la rete Tecnocasa nel periodo tra il 2012 e il 2014. Nella Penisola Iberica il canone di locazione è calcolato in base ai metri quadri dell’immobile (8,54 euro al mq in Spagna e 10 euro al mq a Madrid e Barcellona).

 

Scarica il pdf

Spagna usato in lieve crescita ( 152.1 KB )

Fonte: Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa Spagna