Tecnocasa Group News

Sospesi i termini per le agevolazioni prima casa

Categorie: Info dal Gruppo / Info immobiliari

Pubblicato il “Decreto Liquidità” (d.l. 8 aprile 2020, n. 23)


È stato convertito in Legge il d.l. 8 aprile 2020 n. 23 (“Decreto Liquidità”) contenente ulteriori misure di sostegno economico, a loro volta in aggiunta o ad integrazione di quelle già previste con il precedente decreto “cura Italia” e che anticipava alcune delle misure poi previste nel successivo e più corposo decreto “Rilancio”.

Tra questi primi provvedimenti troviamo anche quello in materia di agevolazioni prima casa.

 

In particolare l’art. 24 prevede che “i termini previsti dalla nota II-bis all’articolo 1 della Tariffa parte prima, allegata al testo unico delle disposizioni concernenti l’imposta di registro, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131, nonché il termine previsto dall’articolo 7 della legge 23 dicembre 1998, n. 448, ai fini del riconoscimento del credito d’imposta per il riacquisto della prima casa, sono sospesi nel periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 31 dicembre 2020.”

Questa disposizione interviene, sospendendoli, sui termini di decadenza previsti dalla legge per lo spostamento della residenza (18 mesi) per chi abbia acquistato la prima casa e sui termini entro cui si deve provvedere al riacquisto (12 mesi) per non perdere il beneficio, per chi invece abbia venduto (o acquistato in attesa di vendere) entro i 5 anni dall’acquisto della prima casa. Sono sospesi, inoltre, anche i termini relativi al credito di imposta per il riacquisto della “prima casa” (un anno).

Detti termini sono sospesi dal 23 Febbraio 2020 al 31 Dicembre 2020, quando poi riprenderanno a decorrere normalmente.

Attenzione: sospensione significa che i termini ricominciano a decorrere dal punto in cui erano nel momento in cui sono stati sospesi e non ex novo. Se per esempio erano già decorsi 6 mesi dall’acquisto della prima casa, al termine della sospensione, il conteggio riprenderà dal 7° mese.

Nel caso in cui l’inizio della decorrenza ricada all’interno del periodo di sospensione, tale decorrenza inizierà dal 1° Gennaio 2021.

Per quanto riguarda invece il termine quinquennale previsto per il trasferimento di immobili acquistati con agevolazioni è intervenuta con chiarimenti l’Agenzia delle entrate, (circolare numero 9/E, punto 8) che, interpretando la norma in senso favorevole per il contribuente, ha precisato che “il periodo di sospensione in esame non si applica al termine quinquennale di decadenza dall’agevolazione in parola, previsto dal comma 4 della citata nota II-bis.”

Questo primo intervento, che prevede il congelamento dei termini per il bonus prima casa, è finalizzato ad evitare possibili difficoltà all’accesso a tali agevolazioni a causa dello stato di emergenza per coronavirus e sembra confermare l’attenzione del legislatore per la materia immobiliare, lasciando intuire ulteriori provvedimenti futuri.