Tecnocasa Group News

Comprare o affittare

 

Dipende per esempio dal periodo più o meno lungo per il quale si ha intenzione di rimanere in quella casa, dalla disponibilità finanziaria del nucleo familiare sia attuale che in prospettiva futura, la volontà o meno di effettuare un significativo investimento di capitale con l’acquisto di una casa.

Innanzitutto, la differenza effettiva tra mutuo ed affitto consiste nel fatto che, mentre nel caso dell’acquisto della casa attraverso il finanziamento, a fronte di un esborso mensile destinato al rimborso del mutuo, si diventa proprietari di un bene concreto, che acquista valore nel tempo, nel caso dell’affitto, a fronte di una spesa spesso paritetica alla rata di un mutuo, la casa non diventa di proprietà e si perde così la possibilità di beneficiare della valorizzazione economica dell’immobile nel tempo. A questo si aggiunga che, per quanto riguarda l’affitto, i canoni vanno ad aumentare negli anni e gli incrementi sono legati di solito all’inflazione o ai rinnovi contrattuali.

 

I PRO E CONTRO DELL’ACQUISTO O DELL’AFFITTO
  • Se si decide di comprare casa si diventa proprietari di un bene; spesso rata del mutuo e affitto coincidono. Generalmente la casa si rivaluta nel tempo.
  • Nel medio lungo periodo il mattone ha dimostrato una valutazione superiore all’investimento borsistico (valutazione effettuabile su un parametro superiore ai dieci anni).
  • Sottoscrivendo un mutuo, è possibile detrarre dall’Irpef gli interessi dovuti alla banca o istituto con cui si è stipulato il mutuo stesso. Per poter comprendere quale mutuo potersi permettere è necessario valutare quale possa essere la spesa mensile da destinare al pagamento della rata.